Tecnologia, innovazione, mercati internazionali e le più moderne ed efficienti soluzioni per l’agro-zootecnia.

È questo il profilo della nuova edizione delle Fiere Zootecniche Internazionali di Cremona, dal 24 al 27 ottobre a CremonaFiere.

L’unica rassegna esclusivamente zootecnica di respiro internazionale organizzata in Italia, e fra le principali a livello internazionale per il mondo agro-zootecnico, vedrà susseguirsi ben 130 eventi fra presentazioni, incontri, workshop, dimostrazioni e approfondimenti, oltre alla presenza di 800 marchi internazionali del settore.

AGRINNOVATION SUMMIT. Il 2018 è segnato soprattutto dalla prima edizione dell’Agrinnovation Summit, salone diffuso dedicato all’innovazione e alle tecnologie applicate al settore agro-zootecnico. 

Saranno presenti alcune delle più interessanti start-up del settore. 

Agrinnovation Summit è pensato per offrire soluzioni concrete a chi è in cerca di un miglioramento dei processi produttivi, del prodotto stesso e del rapporto costi-benefici, l’Agrinnovation Summit offrirà un panorama completo su tutto ciò che riguarda la tecnologia a servizio dell’agrozootecnia.

Il salone è stato realizzato da CremonaFiere in collaborazione con alcuni dei più importanti enti di ricerca come il Wageningen University, Research, Osservatorio Smart Agrifood del Politecnico di Milano e Università di Brescia, Università Cattolica, CREA Centro di ricerca Zootecnia e Acquacoltura, CRPA – Centro Ricerche Produzioni Animali e AITA – Associazione Italia di Tecnologia Alimentare. 

Agrinnovation e il futuro delle filiere agroalimentari: le nuove prospettive per una produzione di qualità è il titolo del convegno che si terrà il 25 ottobre alle ore 10.00 con la partecipazione di Martin Scholten, General Director of the Wageningen UR Animal Sciences Group, Karina Pierce, Associate Professor of Dairy Production – School of Agriculture and Food Science University College Dublin, Andrea Galli (CREA) e  Adelfo Magnavacchi (CRPA).