Esportare pomodoro in Giappone

Ismea ha pubblicato una scheda del tipo “prodotto-paese” riguardante la possibilità di esportare pomodori pelati e polpe in Giappone, con l’obiettivo di fornire dati sufficienti alle imprese per valutare una possibilità di internazionalizzazione.

Mentre l’Italia, con una quota vicina all’80%, è di gran lunga il primo paese al mondo per esportazione di pelati e polpe, dall’altro lato il Giappone si posiziona al quarto posto tra gli importatori con un valore di 80 milioni di euro acquistati nel 2017.

Considerando dal 2013 al 2017 si è ridotto il valore complessivo dei pelati e passate di pomodoro italiani importati dal Giappone, da 74 milioni di euro a 71.

Evidenziando, invece, la stabilità del volume esportato, si è quindi registrata una diminuzione del valore medio, passando dai 0,82 €/kg del 2013 ai 0,79 €/kg del 2017.

Fonte: Ismea

http://www.ismea.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/10461