Il 6 Marzo Ismea ha pubblicato sul proprio sito un rapporto riguardante la coltura erbacea più importante del panorama italiano, il frumento.

Nonostante il ruolo cardine di questa materia prima, che nelle sue varietà tenere è alla base della filiera del pane mentre quelle dure vengono utilizzate per la pasta, le difficoltà dai costi di produzione alla trasformazione sono alte se messe in relazione alla facilità con cui il consumatore può usufruire del prodotto finale.

Nel corso delle analisi è stata evidenziata una forte differenza di redditività tra le aziende che coltivano frumento duro e tenero, cosa che può essere attribuita a diversi fattori tra cui la capacità e modalità di affrontare il mercato delle aziende e la presenza di eventuali contributi comunitari e nazionali.

Fonte: Ismea

http://www.ismea.it/istituto-di-servizi-per-il-mercato-agricolo-alimentare