I primi 4 mesi del 2019, rispetto allo stesso periodo del 2018, hanno fatto registrare un forte aumento dei controlli da parte dell’Icqrf per quanto riguarda il biologico nei suoi prodotti e operatori.

Ciò ha portato ad una rilevante espansione della percentuale di operatori irregolari, delle contestazioni amministrative e delle diffide.

Emblematica della stretta sui controlli è l’operazione Bad Juice, che ha permesso il sequestro di beni per oltre 6,5 milioni di euro rientranti in una frode basata su un succo concentrato di mela falsamente venduto come biologico di origine europea.

La stessa operazione ha permesso, in data 25 Giugno, di eseguire nove ordinanze di custodia cautelare.

Fonte: Mipaaft

https://www.politicheagricole.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/14123