Si è sempre diviso il mondo tra attività pratiche e teoriche, tra coloro che lavorano sul campo e producono e coloro che vivono sui libri e scrivono formule sulle lavagne o sui computer.

Ma distinguere rigidamente queste due categorie è uno dei grandi errori dell’immaginario collettivo e l’agricoltura è in grado di sfatare questo mito.

Ne è un esempio lampante il biologico, vero e proprio trait d’union tra la ricerca ed i suoi risvolti pratici.

Api e altri generi di impollinatori sono sempre più a rischio di estinzione? L’agricoltura biologica è in grado di salvarli.

Fare ricerca significa solamente spendere senza essere in grado di ottenerne un ricavo? Bandi pubblici sono continuamente aperti per coloro che intendano invertire questa tendenza.

Essere ricercatore non significa essere classificati, essere limitati, essere chiusi a chiave in un laboratorio senza contatti con il mondo esterno.

Si deve fare ricerca oggi, nelle proprie aziende e nei propri campi per migliorare la propria vita nel presente e non in un lontano futuro.

Per questo c’è bisogno di giovani, gli unici che ancora non sono stati incastonati in un ruolo nella società da cui non riescono più ad uscire ed hanno voglia, tempo e passione per mettersi in gioco e costruire oggi il proprio domani.

Le difficoltà in questo campo non sono poche, prima di tutte la disponibilità immediata di una liquidità che permetta di rendere i propri sogni realtà.

La Banca Popolare del Lazio può fornire il sostegno economico grazie al Prestito Agrario di DOTAZIONE.

Chiedi un appuntamento con la Banca

Nome *
Cognome *
Email *
Telefono

Seleziona la Banca *

Come possiamo aiutarti?

Questo sito è protetto da Google reCAPTCHA. Privacy Policy e Terms of Service di Google.