Il Servizio Fitosanitario Regionale ha espresso la necessità di un piano di monitoraggio della situazione creatasi per i ripetuti casi di moria del kiwi.

Si tratta del disseccamento dell’apparato radicale, fenomeno che potrebbe essere collegato a problemi simili riscontrati negli ultimi anni in Veneto e Piemonte.

L’attenzione sarà posta sull’analisi dei terreni, ipotizzando come causa eventi climatici avversi oppure una non ancora rilevata presenza di agenti patogeni in grado di determinare asfissia radicale.

Tramite questo studio approfondito potranno essere informati gli addetti ai lavori della filiera in modo che possano adottare le misure necessarie a limitare questo problema.

Fonte: Regione Lazio

http://www.regione.lazio.it/rl_agricoltura/?vw=newsDettaglio&id=896