In un periodo così importante per l’agricoltura italiana, comprendente da Luglio a Settembre, i risultati raccolti dai dati rilevati lungo tutta la Penisola non sono stati positivi.

I problemi per la frutta estiva sono stati soprattutto relativi ai prezzi: una flessione rilevante dell’8,9% è spiegabile soprattutto con le pressioni della domanda estera, soprattutto una Spagna ritornata alla propria normale produzione.

Le temperature sopra la media hanno, invece, danneggiato l’offerta di ortaggi e portato ad un conseguente aumento dei prezzi.

Nonostante l’Italia rimanga il secondo produttore mondiale, il pomodoro da industria ha subito un’importante flessione rispetto a quanto previsto per questo 2019.

Fonte: Ismea

http://www.ismeamercati.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/9956