La direttiva europea ad oggi valida è quella del 2001, che non ha permesso, tranne eccezioni a livello nazionale come la Spagna e il Portogallo, un’espansione della coltivazione Ogm sul suolo comunitario.

La necessità di revisione di tale regolamento è scattata con l’estensione del divieto alle ricerche in laboratorio.

Quello che succederà nel futuro non è ancora possibile da dire con certezza, ma ciò che è sicuro è che si parlerà molto della possibilità di limitare le restrizioni ad oggi vigenti.

Ciò permetterebbe di far fronte ad un resto del mondo che continua a correre nello sviluppo e utilizzo dell’Ogm.

Inoltre, si potrebbero trovare soluzioni nel settore agricolo all’aumento della popolazione e al riscaldamento climatico, temi tanto più preoccupanti tanto più se ne intravedono le conseguenze già nel presente.

La Banca Popolare del Lazio si offre come partner finanziario di chiunque intenda tenersi aggiornato delle soluzioni più avanzate nel rispetto del regolamento comunitario tramite il Prestito Agrario di DOTAZIONE.