Il 28 Febbraio è arrivata l’ufficializzazione di un nuovo, fondamentale decreto per uno dei comparti di punta del settore agroalimentare italiano, quello dei vini.

Quest’ultimo ha agito sul contrassegno di Stato, ovvero le fascette apposte sui vini a Denominazione protetta che ne garantiscono l’eccellenza qualitativa.

Di questo contrassegno sono state regolamentate caratteristiche, diciture, modalità per la fabbricazione, l’uso, la distribuzione, il controllo e il costo.

La fascetta in questione viene apposta su molti vini a Denominazione d’origine controllata e su tutti quelli a Denominazione controllata e garantita.

È stata semplificata la sua acquisizione e apposizione da parte degli operatori che hanno diritto di usufruirne.

Fonte: Mipaaf

https://www.politicheagricole.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/15125