La Vespa samurai che sarà introdotta nella lotta contro la Cimice asiatica ne è l’esempio lampante.

Dove i pesticidi non possono arrivare la lotta biologica risulta essere l’unica possibilità.

È un chiaro caso in cui tornare alla soluzione più naturale è quanto di più avanzato possa essere deciso.

Se la Cimice asiatica è un rebus irrisolvibile, che ha portato a battere le strade finora inesplorate, non per forza bisogna arrivare al dover fare di necessità virtù.

La forza di un confronto con la natura sul suo stesso campo porta alla possibilità di instaurare con il proprio campo agricolo un rapporto nuovo, con la creazione di scenari ed equilibri mai visti.

La difficoltà di sperimentare un qualcosa che sembra meno sicuro e meno diretto non può controbilanciare la possibilità di difendere la produzione tramite le stesse armi che ci sembra di dover lottare.

La Banca Popolare del Lazio si offre come partner di chiunque intenda investire tramite il Prestito Agrario di DOTAZIONE.