In questi anni c’è una forte ricerca verso la tradizione dell’agroalimentare, quasi obbligatoria per un Paese come l’Italia in cui è così ricca e variegata.

Su questo il settore suino non fa da meno; delle sei razze suine antiche censite in Italia, due sono considerate autoctone anche nella Regione Lazio.

Si tratta del suino Casertano e del suino Apulo-Calabrese, entrambe iscritte nel Registro Volontario Regionale e tutelate dalla Legge Regionale.

Un esempio di prodotti protetti dall’inclusione nell’elenco dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali sono i salumi da suino nero dei Monti Lepini, comprendenti guanciale, lardo, lonza, lonzino, pancetta, prosciutto e salsiccia.

Fonte: Arsial

http://www.arsial.it/arsial/suini-antichi-il-lazio-alla-riscoperta-degli-autoctoni/