Dopo un 2019 fortemente positivo, per l’aumento delle esportazioni e la decrescita delle scorte, il 2020 del Pecorino Romano si era aperto con grande entusiasmo.

Come tutti i prodotti di qualità del Made in Italy, anche questo formaggio ha subito il contraccolpo dell’inaspettata emergenza Coronavirus.

La dinamica è stata duplice: un calo dei consumi interni congiunto a una contrazione dei volumi esportati, soprattutto per i mesi di Febbraio e Marzo.

Dopo una lieve variazione nel mese di Marzo, il Pecorino Romano ha visto i propri prezzi vivere una continua immobilità, che li ha portati a stabilizzarsi sui 7,8 euro/kg.

Fonte: Ismea

http://www.ismeamercati.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/10621