È stata accolta una richiesta degli operatori della filiera della Nocciola romana a Denominazione d’origine protetta.

Per favorire lo sviluppo della produzione la Gazzetta Ufficiale del 7 Luglio presentava la pubblicazione di una proposta di modifica al disciplinare.

Quest’ultima contiene, per prima cosa, delle novità per quanto riguarda le cultivar ammesse nella Dop: la Tonda Gentile Romana e il Nocchione scendono dal 90% a una percentuale minima dell’80%, mentre le cultivar complementari si aprono a tutte le presenti nell’areale di produzione.

Una delle altre possibili novità sarà l’aumento delle piante per ettaro, in modo da comprender anche gli impianti a maggiore densità di coltivazione.

Fonte: Arsial

http://www.arsial.it/arsial/nocciola-romana-dop-nuove-modifiche-al-disciplinare/