L’aglio rosso è una materia prima completa, sia per le proprie qualità organolettiche, che per le sue proprietà salutari in campo antinfiammatorio e antiossidante.

Il Lazio può vantare una grande tradizione riguardante tale prodotto, caratterizzato dalle tuniche dei bulbi di colore rosso da cui deriva il nome.

La regione conta, infatti, due varietà storiche di quest’aglio: quella di Proceno (VT) e quella di Castelliri (FR), con tradizione secolari e addirittura risalenti al mondo etrusco.

Entrambe sono contenute tra i Prodotti Agroalimentari Tradizionali e nel Registro Volontario Regionale delle risorse genetiche autoctone a rischio di erosione, nell’ambito delle attività a tutela della nostra biodiversità agraria.

Fonte: Arsial