Proseguono gli studi da parte della ricerca italiana per un’agricoltura nel segno della sostenibilità.

Le possibilità del settore primario nella lotta al cambiamento climatico sono ampie e legate a tutta una serie di ambiti d’azione.

Uno è quello che è ora in sperimentazione nel Veneto: 600 ettari sono divenuti un laboratorio a cielo aperto per studi sull’agricoltura conservativa, in grado di bloccare nel terreno l’anidride carbonica in modo da contrastare l’effetto serra.

Questa è solo un singolo sviluppo del mondo agroalimentare, la cui qualità nei prodotti che ogni giorno raggiungono le nostre tavole deve essere valutata secondo dei parametri che vanno ben oltre il semplice gusto.

La Banca Popolare del Lazio si offre come partner di chiunque intenda investire nel settore tramite il Prestito Agrario di DOTAZIONE.