Ismea ha pubblicato sul proprio sito l’elaborazione dei dati relativi alla campagna olivicola 2020/2021, elaborati insieme a Unaprol.

Secondo le stime, la produzione nazionale dovrebbe attestarsi sulle 255 mila tonnellate, facendo registrare così una rilevante riduzione del 30% rispetto allo scorso anno.

Tale risultato è stato fortemente causato dall’alternanza di carica e scarica nel Sud Italia, soprattutto per e perdite di Puglia e Calabria che hanno perso rispettivamente il 43% e il 38%.

Le aspettative, riguardanti tutta Italia, sono però di un’elevata qualità del prodotto finale, per la fioritura, la mancanza di avversità metereologiche e i limitati attacchi della mosca olearia.

Fonte: Ismea