Ismea ha pubblicato un rapporto contenente i dati riguardanti alcune colture rientranti nella filiera mangimistica, nella necessità di tirare le somme dei danni che l’emergenza coronavirus a creato nell’intera economia mondiale.

Un dato importante è arrivato dalla produzione mondiale di mais, la quale raggiungerà 1,15 miliardi di tonnellate con una lieve crescita del 2,8%.

Alla contrazione dei raccolti europei di tale materia prima, ha controbilanciato positivamente il risultato con la produzione americana che ha completamente recuperato il calo del 2019.

Il recupero è ancora più netto per la produzione mondiale di soia, la quale rispetto all’anno precedente ha visto una crescita che ha raggiunto quasi la doppia cifra.

Fonte: Ismea