Parlando di consumo domestico si deve subito considerare l’anno eccezionale che abbiamo vissuto legato alle restrizioni per la pandemia che hanno costretto molte persone a casa per lungo tempo.

E nel cambio di abitudini è aumentata in maniera vertiginosa la presenza dentro casa in momenti che normalmente occupano la socializzazione negli spazi pubblici, come quello dell’aperitivo.

Per tale utilizzo, spumanti, birra e aperitivi vari hanno fatto segnare tutti un aumento in doppia cifra nei 9 mesi del 2020 rispetto allo stesso periodo del 2019: rispettivamente un +12,1%, 11,1% e 10,5%.

Anche i vini fermi durante lo stesso intervallo di tempo hanno fatto registrare un valore molto positivo, crescendo del 7%.

Fonte: Ismea