Si popola di nuove risorse genetiche vegetali il Registro Volontario Regionale del Lazio.

Sono ventiquattro i nuovi ingressi i quali, tenendo fuori il Carciofo Ortano e la Favetta di Aquino, tutti appartenenti alle specie arboree da frutto: dalle pere, come la Cucuzzara e la Cucuzzella, alle mele, come l’Agostina e la Coppana, alla ciliegia, come la Patrei nera e la rossa.

Sono ora 246 le risorse genetiche presenti nell’elenco, di cui 223 vegetali e le restanti 23 animali.

Ora anche questi ultimi ingressi diventano oggetto delle azioni previste dalla L.R. n. 15/2000 per la salvaguardia e la valorizzazione della biodiversità agricola regionale.

Fonte: Arsial